Ferrari 330 P4 Slot.it / Policar

Riprodurre un mito.

La Ferrari 330 P4: forse la macchina da corsa più bella di sempre, di certo una delle più importanti, desiderate, fotografate. Un’automobile con un’aura leggendaria come, probabilmente, nessuna mai: ieri, oggi, domani.

Il modello, proposto da Slot.it o Policar (non è ancora ben chiaro con quale dei due marchi verrà commercializzato), ha avuto una lunga gestazione. Del resto, questa Ferrari non è esattamente uno di quei temi che si possano prendere sottogamba:  l’importanza storica, la necessità di renderlo performante, e quella di integrare eventualmente il chip digitale hanno fatto sì che la realizzazione abbia richiesto tante, tante ore di studio, rifacimenti e prove.

Alla Ferrari 330 P4 ci si accosta con cautela, sapendo che si finirà sotto i riflettori.

Alla fine, eccolo qua, il prototipo in stampa 3D fotografato da Gary Cannell (MRE).

E’ il primo caso in cui troviamo, in una macchina progettata in quel di Reggio Emilia, che telaio e carrozzeria vengono unite da due viti anteriori poste davanti alle ruote, al posto della solita vite centrale, e da una vite posteriore. La scelta si è resa necessaria per sgombrare l’area davanti al banchino motore al fine di alloggiarvi il chip digitale Slot.it.

Sono stati curati i dettagli (muso, cerchi, cofano, presenza o meno di prese d’aria addizionali) che permettono di realizzare anche i modelli 412, oltre alle P4 ufficiali. Le ottiche sono state previste in modo da rendere agevole l’installazione di un eventuale circuito luci. Gli stampi sono in fase di realizzazione.

Autore dell'articolo: Maurizio Ferrari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.