La seconda serata presso Admiral Hotel Circuit è stata l’occasione per rivivere il condensato delle informazioni e delle emozioni sulla 4H di Monza in cui JB29 al volante della Ligier JS P320 LMP3 del team Eurointernational ha raggiunto il secondo gradino del podio della LMP3.

Jacopo Baratto ha commentato la corsa

Direttamente dalle parole di Jacopo Baratto il racconto della corsa, dai primi giri delle prove libere del giovedì fino alla prime fasi concitate della partenza lanciata, in cui JB29 ha saputo approfittare guadagnando la prima posizione in LMP3 ancora prima di raggiungere la Lesmo1. La pista bagnata infatti ha subito fatto selezione già dall’uscita della Variante1 in cui alcune vetture si sono ostacolate a causa forse di troppa irruenza sull’asfalto ancora parzialmente bagnato. Un pit-stop non perfettamente eseguito ed una Ligier del team Europol, in splendida forma, sostanzialmente gli unici fattori che hanno privato JB29 dall’assaporare il gusto della vittoria sul circuito di casa. Con il secondo posto di Monza il team Eurointernational rimane in lotta per il successo in campionato che si deciderà alla prossima ed ultima prova sul circuito portoghese di Portimao il 1 Novembre prossimo.

La cronaca della corsa

La cronaca della corsa raccontata dall’abitacolo di JB29 ha inevitabilmente catalizzato l’attenzione e scatenato le emozioni degli ospiti che, quasi avessero voglia di rimettere in pratica i consigli e le indicazioni di JB29, si sono scatenati in pista con le GT3 inanellando giri su giri alla ricerca del miglior tempo arrivando addirittura a richiedere la sostituzione di qualche gomma posteriore andata in pezzi tra traversi sui cordoli esterni e staccate a rotta di collo. Ancora una volta il divertimento in pista, tra sorpassi ed inseguimenti, ha messo in secondo piano l’appetito dell’ora di cena…ma è pur vero che le slotcar GT3 girano più veloci delle cifre dell’orologio.

Le Carrera GT3: Ferrari 488 e Porsche 911RSR hanno dominato mostrando ottimo grip generale ed ottima velocità sul rettilineo principale, la lunga FORD GT40 ha impegnato i piloti alla ricerca del miglior equilibrio nel tratto guidato rivelandosi impegnativa e comunque meno veloce dell’ottima AMG GT3 che si è rivelata molto guidabile e velocissima sul dritto.

La simulazione delle ore notturne ha rivoluzionato i valori in pista e solo dopo avere percorso una serie di giri con uscite di pista e qualche incidente la graduatoria dei tempi si è ristabilizzata esprimendo una classifica replica dei tempi ottenuti nella sessione precedente. Gomme nuove, maggiore esperienza e confidenza con la slot in pista, forse nuove concorrenti GT3, saranno gli elementi fondamentali per il prossimo appuntamento con JB29 ed i giovani piloti sull’Admiral Hotel Circuit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *