La pista POLICAR è ritornata! Ed è un bel ritorno perchè incarna le due anime dello slot: il gioco e la competizione.

La pista è davvero RTR (ready to race) proprio come piace a me: apri la scatola, monti la pista in salotto, dai corrente e via! Fruibilissima, divertente, due macchine “semplici” (dentro è “roba” Slot.it, mica pizza e  fichi), di ottima fattura, con luci, ben dettagliate, pulsanti con freno, alimentatore regolabile utile alle pippe come me… insomma quello che serve per divertirsi subito senza tanti patemi d’animo come si faceva 40-50 e più anni fa.

Pista policar 1/32

E qui le similitudini con la vecchia Policar (e Polistil) finiscono perché la qualità costruttiva della pista è altissima: si aggancia bene (e non si sgancia), è bella “tosta”, “piatta”, con un fondo ruvido che è spettacolare e da un tocco vintage che piace. Le curve attualmente disponibili vanno da raggio 1, a raggio 4 (quindi otto corsie), il tutto corredato da cordoli interni ed esterni. Se a tutto questo aggiungiamo che la pista Policar è pensata per essere compatibile con Ninco e le vecchie piste Policar/PolistilFleischmann: direi che per il giorno di Natale siamo a posto! Per altro sempre da Policar arrivano anche le nuove monoposto per un GP post pranzo del 25 dicembre di assoluto agonismo.

E per il racing? Eh… non saprei, lascio la parola alle fotografie della nuova pista del Gruppo Modellistico Triestino:

Per finire due video “rubati” a HomeRacingWorld in attesa di pubblicare i nostri nella sezione Unboxing.

DR

Di DR

Un pensiero su “Pista Policar: bentornata!”
  1. Bel materiale, ci ho girato con le Policar telaiate TT sulla pista di Test in Gallileo Eng RE e ne sono rimasto colpito per la planarità delle superifici nelle aree di congiunzione ed inoltre la finitura “asfalto” si è rivelata bella da vedere e da guidare.
    Sarebbe interessante realizzare un circuito anni 70′ firmato Fabio Magnaghi.
    TT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *